Motori marini, l’impiego della propulsione elettrica

May 17, 2017 Off Comments in News by
Motori marini, l’impiego della propulsione elettrica

Immaginare la realtà energetica del secolo appena trascorso senza associarla al petrolio e ai motori a combustione è piuttosto difficile. Negli ultimi 25 anni però, grazie allo sviluppo dell’elettronica di potenza applicata ai motori marini, sono enormemente cresciuti l’interesse e l’utilizzo di sistemi di propulsione basati sull’impiego di motori elettrici e di sistemi elettrici integrati.

E’ per questo che non solo per amore del green, ma soprattutto per calcolo economico, imprenditori ed aziende dinamiche si sono sempre più proiettati verso una mobilità e un’applicazione elettrica.

Le applicazioni elettriche navali per motori marini sono particolarmente interessanti perché l’orientamento attuale nella costruzione delle imbarcazioni di maggiori dimensioni é di adottare la propulsione elettrica in modo integrale. Parliamo di una generazione di All Electric Ships, o AES, che integrano impianti di bordo realizzati con tecnologie elettriche e che beneficiano di minori vibrazioni e rumore, di maggiore spazio utile per il carico, di migliori prestazioni dinamiche e naturalmente offrono minori consumi ed emissioni.

I vantaggi dei motori marini elettrici

Nel settore marino, caratterizzato da un eccesso di offerta di vettori, l’orientamento degli investimenti in nuove tecnologie é per soluzioni che consentano il risparmio di carburante, la riduzione dei costi di manutenzione e l’aumento dell’affidabilità dei sistemi nel loro complesso.

Uno dei motori marini di Sicme Motori

Uno dei motori marini di Sicme Motori

La maggior parte degli armatori considera la riduzione dei consumi di carburante il principale vantaggio della propulsione elettrica. Stimano infatti che il risparmio possa essere intorno al 25-40%. L’aumento di efficienza e la riduzione dei consumi rispetto ad un sistema propulsivo tradizionale variano ovviamente con le condizioni ambientali e con l’utilizzo dell’imbarcazione, ma sia nel settore crocieristico sia nel settore dei trasporti per lunghi tratti il vantaggio é indiscutibile. Stiamo qundi andando incontro ad un’era in cui i motori delle grandi navi diventeranno progressivamente elettrici.

La propulsione elettrica navale si adatta soprattutto al comparto delle navi di grande taglia, soprattutto quelle da crociera. Migliori prestazioni, maggior comfort e ridotti costi di manutenzione e carburante guidano un rapido ed incalzante processo di ammodernamento del naviglio marino.

A bordo di queste innovative imbarcazioni, la potenza elettrica viene fornita da una centrale di generazione che alimenta i diversi carichi attraverso un unico schema di distribuzione. Si tratta di una soluzione radicalmente differente perché i blocchi dei motori e della trasmissione sono separati dai servizi ausiliari di illuminazione, condizionamento ed ospitalità. E’ quindi possibile regolare i generatori sull’andamento dei carichi elettrici.

Quali motori elettrici per il settore navale

I motori asincroni sono le macchine elettriche rotanti più diffuse in assoluto, presentando una discreta densità di potenza in riferimento a volume e peso, qualità molto apprezzata nelle applicazioni navali.

In alternativa, é interessante il valore aggiunto portato dai motori sincroni a magneti permanenti (PMSM e IPM). I motori sincroni a magneti permanenti offrono addirittura una maggiore densità di potenza rispetto ai motori asincroni di pari dimensioni, risultando al contempo più efficienti ed acusticamente più silenziosi.

I motori sincroni sono costituiti da un rotore ove sono presenti diversi poli magnetici con polarità alternata, creati da magneti permanenti e da uno statore su cui sono presenti gli avvolgimenti del circuito di alimentazione.

L’utilizzo dei motori sincroni è particolarmente richiesto per quei campi di applicazione ove sia richiesta una velocità di rotazione particolarmente precisa e stabile.

I motori marini e i motori ridondanti multi-avvolgimento sono solo alcune tra le applicazioni navali che Sicme Motori offre ai suoi clienti in tutto il mondo. Sicme motori offre anche la possibilità, di personalizzare i propri motori marini elettrici su specifico progetto del cliente, per soddisfare sempre le necessità del cliente e dell’applicazione, perché flessibilità e avanguardia tecnologica sono i due punti di forza di quest’azienda.

Investire nei motori elettrici marini rappresenta oggi un reale vantaggio. Oltre agli innegabili benefici economici poco fa illustrati, l’impatto ambientale é significativo. Una moedrna nave da crociera genera la stessa elettricità di quella richiesta da una cittadina di 50.000 abitanti, pertanto é facile determinare quanti meno agenti inquinanti vengono immessi nell’atmosfera e nel mare.

In futuro non troppo lontano, l’elettricità sarà la “benzina” della mobilità e Sicme Motori é pronta per affrontare la sfida.

Salva

Salva

Salva

Salva